ATTIVITA' - MANIFESTAZIONI

Carlo Smuraglia, Presidente nazionale dell'Anpi


Domenica 6 aprile 2014 celebrazione del 70° anniversario: orazione ufficiale del presidente nazionale dell'ANPI Carlo Smuraglia

Sono trascorsi 70 anni esatti da quel tragico aprile del 1944 in cui persero la vita o la libertà centinaia di partigiani dislocati alla Benedicta e nelle altre cascine della zona. L'anniversario dell'evento sarà celebrato nei luoghi stessi della Benedicta, domenica 6 aprile 2014, dal Presidente nazionale dell'Anpi, Carlo Smuraglia, a cui è stata affidata la commemorazione ufficiale del 70°.

Prima di riportare in dettaglio il consueto programma della manifestazione, segnaliamo due interessanti novità che lo arricchiranno, e che mostrano come vada crescendo nella coscienza delle istituzioni e della popolazione la consapevolezza dell'alta lezione morale e politica della Resistenza e della necessità di tenerla viva fra le nuove generazioni.

1. La "Staffetta della Memoria", sperimentata con modalità un po' diverse già lo scorso anno, coinvolge quest'anno gli alunni della Scuola Media di Silvano d'Orba, l'Istituto Comprensivo di Molare, l'Istituto Comprensivo "S. Pertini" di Ovada e l'Istituto Comprensivo di Acqui Terme. La staffetta partirà domenica, 6 aprile, alle ore 6 da Acqui Terme, passerà per Ovada per raggiungere Silvano d'Orba e poi proseguire per la Benedicta, per un percorso totale di circa 50 km. L'arrivo nel cortile della ex abazia è previsto tra le 11 e le 11.30. L'iniziativa ha come finalità di presentare ai giovani il tema della Resistenza e vivere la celebrazione, la commemorazione e la memoria storica attraverso l'attività sportiva che comporta fatica, entusiasmo e passione. Avrà un prologo, venerdì 4 aprile alle ore 21, nel salone della SOMS di Silvano d'Orba quando i partecipanti alla staffetta e i loro genitori verranno coinvolti in una serata di riflessione su "Educazione al movimento, educazione alla memoria" durante la quale interverranno studiosi della Resistenza ed esperti di scienze del movimento. Il referente del progetto, ma anche il trascinatore dell'iniziativa, sarà il prof. Massimo Oliveri, docente presso l'Istituto Comprensivo di Molare, preparatore atletico della Nazionale Paralimpica di Tennistavolo e supervisore nazionale di "Alfabetizzazione motoria".

2. La mostra "I colori della memoria. Pittori del novese ricordano la Resistenza" a cura di Franco Barella e Sergio Fava. Gli artisti della zona del Novese hanno deciso di dare il proprio contributo esponendo le loro opere che vanno dal realismo all'astrattismo geometrico e all'informale. Si tratta di una mostra che nasce nel segno della libertà e non tradisce in nessun momento questo impegno volontariamente assunto. Anche nei momenti di maggior degrado, l'arte è sempre, nelle intenzioni e nelle realizzazioni, uno strumento di liberazione delle coscienze, quasi un "esorcismo" nei confronti di ogni degenerazione. Gli artisti che hanno messo a disposizione le loro opere per la mostra sono: Franco Bagnasco, Alberto Boschi, Remo Bernardi, Pietro Casarini, Franca Cultrera, Enrico Debenedetti, Luciano Fasciolo, Sergio Fava, Pier Luigi Gualco, Alessandra Guenna, Salvatore Vassella. La mostra sarà ospitata nei locali della cascina Pizzo, recentemente restaurata, nella quale si è creato un centro di accoglienza e di studio sulla memoria storica della Benedicta, e resterà visitabile per alcuni mesi.

Il programma

Autorità e cittadini si ritroveranno alle ore 9.30 per la deposizione delle corone al Sacrario, alla Croce e alle Fosse comuni. Quindi in corteo raggiungeranno il cortile della Benedicta, dove parteciperanno alla Santa Messa celebrata dal sacerdote Gian Piero Armano. Al termine sono previsti i saluti di: Andrea Foco, presidente dell’Associazione Memoria della Benedicta; Massimo Bisca, per i comitati provinciali ANPI di Alessandria e di Genova; Marco Ratti, sindaco di Bosio; Paolo Filippi, presidente della Provincia di Alessandria; Maria Rita Rossa, sindaco di Alessandria; Ferruccio Maruffi, presidente regionale dell’ANED (Associazione nazionale ex deportati), e l'orazione ufficiale del presidente nazionale dell'ANPI Carlo Smuraglia
Accompagnerà la solenne commemorazione la Banda Musicale Amici di Piazza Castello diretta dal Maestro Ivo Piombo.

Promotori e patrocinio
La celebrazione è organizzata dal Comitato unitario antifascista della provincia di Alessandria e dall'Associazione Memoria della Benedicta, con il patrocinio: delle Province di Alessandria e di Genova, dei Comuni di Alessandria, Genova, Ovada, Novi Ligure e Bosio, delle Zone di Novi Ligure e Ovada, dell’ANPI del Piemonte e della Liguria, delle Associazioni partigiane FVL e FIAP, delle Associazioni combattentistiche d’arma e di categoria, delle Associazioni dei deportati nei campi nazisti e dei perseguitati politici, degli Istituti storici della Resistenza di Alessandria (ISRAL) e della Liguria (ILSREC), dei sindacati CGIL CISL UIL e dei partiti antifascisti.

Trasporti
I cittadini che desiderano partecipare all’evento possono avvalersi gratuitamente del pullman che partirà alle 7.30 da Alessandria, Piazza Garibaldi (fronte banca Intesa-Sanpaolo) e rientrerà al termine della manifestazione, prevedibilmente intorno alle 13.
Altri pullman vengono organizzati in vari centri della provincia di Alessandria e di quella di Genova a cura delle sezioni locali dell'ANPI, alle quali rinviamo gli interessati per informazioni e prenotazioni.

A Serravalle sei giorni dopo
Anche il Comune di Serravalle Scrivia intende celebrare solennemente il 70° anniversario della Benedicta con una manifestazione che si svolgerà la mattina di sabato 12 aprile e culminerà con lo scoprimento di una lapide commemorativa in piazza Carducci.